+38 (068) 670 09-60

  • Українська
  • English
  • Deutsch
  • Italiano

Organizzazione sociale
"Comitato Anticorruzione Centrale"

15 anni per la trasmissione. Come nella SBU cuciono il tradimento per essere apparsi sui media russi e stanno preparando “il caso degli scienziati politici”

04.03.2021

Sorgente: https://strana.ua/news/320955-sbu-snova-lovit-zhurnalistov-za-hosizmenu-chto-eto-oznachaet.html

Il tradimento è in aumento in Ucraina. Questa impressione è stata creata dagli ultimi rapporti della SBU.

I sospetti ai sensi dell’articolo 111 vengono sciolti sempre più spesso.

Inoltre, compresi scienziati politici e giornalisti. E si vocifera che questa pratica verrà ampliata.

Come e perché questo accade – “Strana” ha capito.

Chi è Yuri Dudkin e perché è stato arrestato

Il 24 febbraio, in mattinata, è stata perquisita l’abitazione del politologo ucraino Yuri Dudkin. Gli è stato consegnato un sospetto in base a due articoli: tradimento e violazione dell’uguaglianza dei cittadini. Quindi Dudkin è stato detenuto e arrestato per due mesi.

La sera dello stesso giorno, la SBU ha spiegato perché un articolo così grave è stato cucito all’esperto: alto tradimento.

Dudkin, secondo il dipartimento, ha creato una rete di risorse web, che, tra le altre cose, ha pubblicato materiali a pagamento – presumibilmente per ordine dei dipendenti di Russian Channel One e del sito web NewsFront (entrambe le risorse sono bloccate in Ucraina).

È vero, a giudicare dalle informazioni pubblicate dal servizio speciale ucraino, Dudkin era impegnato in un regolare lavoro di segnalazione. Le registrazioni audio pubblicate dalla SBU mostrano come l’editore del programma Vremya Pokazhet su Channel One gli assegni due incarichi.

Il primo è andare a Slavyansk e fare un video dal museo, dove si è tenuta la mostra nel giorno del difensore dell’Ucraina. Lì, tra gli altri reperti, c’era l’uniforme della divisione SS “Galizia”. E in onda, Dudkin parla negativamente di questo fatto (per il quale, a quanto pare, è accusato di “violazione dell’uguaglianza dei cittadini”).

La seconda trasmissione di Dudkin su Vremya è una delle marce nazionaliste di Kiev.

Inoltre, la SBU pubblica screenshot della corrispondenza in cui i russi trasferiscono una commissione a Dudkin per questo lavoro. Ciò che non si può nemmeno chiamare qualcosa di sorprendente: i giornalisti, come i dipendenti della SBU, di solito sono pagati per il loro lavoro.

Naturalmente, è improbabile che questa storia sia associata al tradimento. Lavorare a pagamento per i media stranieri, compresi quelli russi, non è vietato dalle leggi ucraine. Anche se sono bloccati in Ucraina.

Dudkin non ha trasferito alcun segreto di stato dell’Ucraina alla Russia, non ha svolto attività di spionaggio (almeno, l’indagine non cita tali fatti). Cioè, infatti, l’ucraino è accusato di collaborazione freelance con i media russi. Ed esprimendo la tua opinione negativa sugli eventi che si svolgono in Ucraina.

È vero, se consideriamo l’articolo 111, l’indagine dovrà dimostrare esattamente come il lavoro di Dudkin su Channel One abbia danneggiato la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina. E perché la SBU considera le sue attività sovversive. Considerando anche il fatto che gli ucraini non possono guardare in massa Channel One.

Finora, i servizi segreti non hanno mostrato questa relazione causale. Ma già ora, in questo articolo, puoi chiudere una persona per 15 anni.

Come hanno cercato di liberare Dudkin

Dopo l’arresto del politologo, la sua difesa ha presentato ricorso contro il provvedimento preventivo. Yuri Dudkin voleva essere salvato dai deputati dell’HLS Ilya Kiva e Viktor Cherny.

L’incontro avrebbe dovuto svolgersi oggi, 4 marzo. Tuttavia, come si è scoperto, il sospetto non è stato portato in tribunale.

“È stato rinviato al 18 marzo a causa del fatto che i documenti a titolo oneroso non provenivano dal tribunale di primo grado. A proposito, il sospetto non è stato portato in aula, anche se abbiamo insistito su questo”, ha detto Kiva.

Dopo diversi minuti di conversazione tra l’avvocato Gennady Borisychev e il giudice, l’udienza è stata rinviata al 18 marzo.

Cioè, è già chiaro che la revisione della misura preventiva per Dudkin viene ritardata il più possibile.

“Il tribunale deciderà quello che gli viene detto. Gli diranno di chiudere Dudkin – sarà chiuso. E poi semplicemente prolungheranno la misura di moderazione per anni. Diranno di chiudere qualsiasi altro – chiuderanno anche lui. Oppure nomineranno una cauzione che non può essere riscossa. In effetti, questa è la stessa cosa, così come il terrorismo, la presa di ostaggi. In Ucraina si sta creando un precedente: prenderanno ostaggi e aspetteranno che vengano riscattati “, dice Denis Nevyadomsky, capo dell’Associazione tutta ucraina dei giudici in pensione, che ora sta anche aiutando la famiglia e gli amici di Dudkin in sua difesa.

Perché i casi di tradimento sono tornati e chi è il prossimo?

Si dice che l’esempio di Dudkin non sarà l’unico. Il quotidiano Vesti, citando le sue fonti, ha riferito che un sospetto di tradimento era in preparazione per il noto politologo ucraino Mikhail Pogrebinsky, capo del Centro di ricerca politica e conflitto di Kiev, che un tempo era un consigliere di Viktor Medvedchuk quando era a capo dell’amministrazione presidenziale Leonid Kuchma.

Lo stesso Mikhail Pogrebinsky, in una conversazione con Strana, ha notato di aver anche ricevuto informazioni che un caso potrebbe essere fabbricato contro di lui.

“Che ne so io, oltre alle informazioni che i giornalisti hanno già pubblicato? Che questo argomento è discusso da coloro che prendono decisioni. So anche che la decisione in sé non è stata ancora presa, ma può essere presa da un giorno all’altro, oggi, domani o quando – in futuro. In considerazione del fatto che è necessario ripulire questo campo. Anche qui vengono imposti i frutti della cooperazione tra l’Ufficio del Presidente e Washington. una posizione ovvia dell’ambasciata americana che tutto ciò che riguarda Medvedchuk deve essere ripulito. Punire lui, la sua famiglia, gli amici, portargli via il business. Perché – poiché dice apertamente che è contro la gestione esterna, ha iniziato a parlare di laboratori biologici e altre cose che all’ambasciata non piacciono. Pertanto, la sua squadra deve essere ripulita. Non si tratta solo di me, nella loro comprensione dobbiamo ripulire tutti. Per quanto riguarda le voci secondo cui ci sono registrazioni del trasferimento di denaro o qualsiasi finanziamento dalla Federazione Russa, questo è del tutto fuori questione, è impossibile mostrarmelo. è possibile – questa è solo una condanna per un crimine di pensiero “, ha detto Pogrebinsky a” Strana “.

Si noti che diversi anni fa, durante la presidenza di Petro Poroshenko, il cosiddetto “caso dei politologi” era già in preparazione in Ucraina.

Quindi, nei circoli politici, hanno discusso che le autorità stavano progettando di tenere processi farsa contro esperti politici che valutano criticamente ciò che stava accadendo nel paese. Il piano era il seguente: condannare gli scienziati politici a lavorare per il Cremlino e poi incriminarli con alto tradimento.

Ma a quel tempo non si è mai verificato uno sbarco dimostrativo di esperti politici. La squadra di Poroshenko ha represso i giornalisti che non gli piacevano e poi è stata coinvolta nella campagna elettorale, che si è conclusa con un fallimento per l’ex presidente alle elezioni.

Ora, l’ufficio dell’attuale capo di stato, Vladimir Zelensky, può seguire lo stesso scenario.

“Strana” ha chiesto ai colleghi di Pogrebinsky se un nuovo “caso per scienziati politici” sia possibile sotto l’attuale governo e come vedono questa prospettiva.

Ruslan Bortnik, direttore dell’Istituto ucraino per l’analisi e la gestione delle politiche

Il fatto stesso della comparsa di tali voci gioca il ruolo di uno strumento per intimidire l’intera comunità di esperti, tutti gli scienziati politici, i commentatori e le persone che lavorano nei media. Possiamo dire che questo riduce le critiche alle autorità. Dopo tutto, include meccanismi di autocensura per esperti e giornalisti. Si può prevedere che molti di loro diventeranno più cauti e fedeli alle autorità.

Andrey Zolotarev, capo del centro analitico del terzo settore

La comunità giornalistica è stata la prima a fallire il test di coesione durante la chiusura dei canali televisivi. Mentre alcuni giornalisti hanno difeso i canali e hanno sostenuto che si trattava di una rappresaglia extragiudiziale contro i media indesiderati, altri giornalisti si sono rallegrati e si sono fregati le mani. Allo stesso modo, la comunità di esperti sarà divisa sul caso dei politologi. Per alcuni è evidente la rappresaglia contro esperti che non hanno paura di andare contro le autorità. Per altri, è motivo di gioia che ogni dissenso venga soppresso. Vediamo che questa non è la prima volta che la nostra “capanna” si è avvicinata al caso dei politologi. In generale, le tradizioni non sono cambiate dai tempi del NKVD e c’è uno scenario semplice per tutti i cittadini sleali. Anche se la questione viene risucchiata dal dito, è necessario in qualche modo ricostituire il fondo di scambio. Il fatto che l ‘”ufficio” non avrà nulla di buono con le prove di base non interessa affatto a nessuno. Le custodie possono essere cucite a chiunque. Vediamo che la mancanza di professionalità ha iniziato a essere sostituita da un volo di fantasia. Queste cose funzionano, ma per il momento. Non possono mettere tutti sotto un cappuccio. Se stringi troppo i dadi, il filo si rompe alla fine.

Vladimir Fesenko, capo del Centro di ricerca politica applicata “Penta”

Molti giornalisti mi hanno già contattato con la richiesta di commentare queste voci. Anche la fonte di queste informazioni solleva alcune domande. Cioè, sembra che si tratti di una campagna di informazione mirata. Forse qualcuno ha il sospetto che ci sarà qualche causa contro i politologi. Ma finora posso vedere l’agitazione di eccitazione: “Oh, quali compagni abbiamo al potere, vogliono punire gli innocenti e sfortunati scienziati politici”. Pertanto, non voglio commentare tali voci. Penso che siano respinti da coloro che vogliono creare una tale opinione nella società. Se c’è questo caso, commenteremo, ma se lo sarà o no, non lo so. Non ho motivi o fatti per parlarne. So che Pogrebinsky è un consigliere di lunga data, un amico di vecchia data di Medvedchuk. E, a quanto pare, questa amicizia, questa relazione continua ancora oggi. Ma questa non è una base per un procedimento penale. A proposito, permettetemi di ricordarvi che non ci sono procedimenti penali contro Medvedchuk, ci sono sanzioni, ma non ci sono casi. Se le autorità criminali trovano motivi per aprire un caso, allora dovranno essere analizzati. E l’udito non è una notizia.