+38 (068) 670 09-60

  • Українська
  • English
  • Deutsch
  • Italiano

Organizzazione sociale
"Comitato Anticorruzione Centrale"

L’impunità è la ragione principale degli attacchi ai giornalisti ucraini

Gli attacchi ai giornalisti rimangono un grave problema per l’Ucraina. Tra accuse di inazione, i deputati della Verkhovna Rada terranno audizioni sulla sicurezza dei lavoratori dei media.

Il lavoro dei giornalisti in Ucraina rimane pericoloso in Ucraina sotto qualsiasi governo, affermano gli attivisti per i diritti umani. Non ci sono stati cambiamenti positivi da quando il presidente Vladimir Zelensky è salito al potere – il numero di attacchi ai giornalisti e ostacoli nel mondo degli affari non è diminuito, secondo il regolare monitoraggio da parte delle organizzazioni non governative. I giornalisti e gli esperti dei media ritengono che il comportamento degli alti funzionari diventi indulgenza attaccando i membri della stampa.
I politici stanno gradualmente prendendo coscienza del problema della violenza contro i giornalisti. I deputati della Verkhovna Rada a settembre hanno adottato una risoluzione in base alla quale audizioni su questo argomento si terranno in parlamento mercoledì 6 settembre, con la partecipazione di giornalisti, rappresentanti di organizzazioni pubbliche ed esperti. Nella nota esplicativa del progetto di risoluzione, i deputati hanno dichiarato che nell’ultimo anno le autorità di contrasto hanno avviato un’indagine preliminare su 258 procedimenti penali per reati connessi all’ostruzione di attività giornalistiche professionali, ma solo 26 casi sono stati sottoposti al Tribunale.

Gli ucraini apprezzano il lavoro degli investigatori
Secondo la Fondazione Ilk Kucheriv per le iniziative democratiche dell’agosto 2011, uno studio nazionale sull’opinione pubblica ucraina, insieme all’Istituto internazionale di sociologia di Kiev, gli ucraini lodano, in particolare, il lavoro dei giornalisti investigativi che espongono la corruzione e criticano gli abusi dei funzionari. Solo il 22 percento degli ucraini valuta negativamente le attività di giornalisti investigativi indipendenti. Ma il 69 percento degli intervistati è positivo riguardo al proprio lavoro.
Allo stesso tempo, la professione di giornalista rimane una delle più pericolose del paese. Il “Barometro della libertà di parola” dell’Institute of Mass Media ha registrato che non si sono verificati cambiamenti positivi sotto il nuovo governo. Secondo questo monitoraggio mensile, dall’inizio del 2019, in Ucraina si sono verificati 191 casi di violazioni della libertà di parola. Da luglio a settembre, con 75 casi di violazioni della libertà di parola in Ucraina, 53 casi sono stati aggressioni fisiche contro i giornalisti.

Esempio presidenziale ansioso
Dopo che il presidente Vladimir Zelensky salì al potere, il capo del suo ufficio, Andrei Bogdan, disse che la nuova amministrazione poteva fare a meno della stampa e comunicare con la società attraverso i social network. Una protesta pubblica ancora maggiore si è verificata alla fine di settembre, quando il segretario stampa del presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, Yulia Mendel, ha spinto l’investigatore del programma: Corruzione nei dettagli, Sergei Andrushko, e gli ha impedito di porre una domanda al presidente sul suo ritorno dagli Stati Uniti e lo scandalo che circonda la conversazione telefonica di Zelensky con il presidente americano Donald Trump

Lo stesso Zelensky non ha condannato l’atto del suo segretario stampa e ha criticato le azioni del giornalista. “Ha dato un segnale molto chiaro a tutti i successivi livelli gerarchici nello stato, i giornalisti stessi si comportano in modo tale che i loro diritti possano essere violati”, ha commentato Daniil Mokrik, un collega di Andrushko del programma investigativo Our Money. Il giornalista considera il comportamento di Mendel un crimine e ha ricordato che i diritti dei giornalisti sono protetti da cinque articoli del codice penale ucraino.

I politici imitano i leader
Il noto ex presentatore di programmi televisivi, e ora il deputato dell’opposizione della Verkhovna Rada, Nikolai Knyazhitsky ha spiegato il pericolo di un giornalista che lavora nello stato non capendo il ruolo del giornalismo nella società. Ha ricordato i casi di sorveglianza dei giornalisti e la pubblicazione dei loro dati personali. Il deputato ha criticato i casi di minacce ai giornalisti con responsabilità penale per violazione della privacy e della segretezza della corrispondenza dei politici.
L’ultima volta che queste minacce sono state fatte dal deputato del “Servo del popolo” Bogdan Yaremenko, è stato oltraggiato dal fatto che i giornalisti abbiano fotografato e pubblicato la sua intima corrispondenza con una prostituta durante una riunione del parlamento. “Quando le autorità rilasciano tali dichiarazioni, chiunque non sia soddisfatto del lavoro dei giornalisti si riterrà giusto in un conflitto con i giornalisti”, ha dichiarato Knyazhitsky in un’intervista con DW.

Alexandra Matviychuk, presidente dell’organizzazione pubblica del Center for Civil Liberties, ha descritto il principale rischio per i giornalisti in un’intervista con DW come “il problema sistemico dell’impunità”. A suo avviso, questa è principalmente la debolezza degli stessi organi statali, è rimasto non riformato e non può, e spesso non vuole condurre indagini efficaci. Ha inoltre ricordato la crescente brutalità degli attacchi ai giornalisti durante le campagne elettorali e l’aggravarsi delle contraddizioni pubbliche a seguito del conflitto armato nel Donbass. E sul campo, ai giornalisti viene inoltre fornito uno contro uno la fusione di affari e governo con le forze dell’ordine locali, ha osservato Matviychuk.

Informazioni tratte da: https://www.dw.com/uk/%D0%B1%D0%B5%D0%B7%D0%BA%D0%B0%D1%80%D0%BD%D1%96%D1%81%D1%82%D1%8C-%D0%B3%D0%BE%D0%BB%D0%BE%D0%B2%D0%BD%D0%B0-%D0%BF%D1%80%D0%B8%D1%87%D0%B8%D0%BD%D0%B0-%D0%BD%D0%B0%D0%BF%D0%B0%D0%B4%D1%96%D0%B2-%D0%BD%D0%B0-%D1%83%D0%BA%D1%80%D0%B0%D1%97%D0%BD%D1%81%D1%8C%D0%BA%D0%B8%D1%85-%D0%B6%D1%83%D1%80%D0%BD%D0%B0%D0%BB%D1%96%D1%81%D1%82%D1%96%D0%B2/a-51108881?maca=ukr-rss-ukrnet-ukr-all-3816-xml