+38 (068) 670 09-60

  • Українська
  • English
  • Deutsch
  • Italiano

Organizzazione sociale
"Comitato Anticorruzione Centrale"

Rada adotta in prima lettura una legge scandalosa sui media

30.08.2022

Sorgente: https://strana.today/news/405481-verkhovnaja-rada-prinjala-v-pervom-chtenii-zakon-o-media.html

Il 30 agosto, la Verkhovna Rada ha votato in prima lettura per la scandalosa legge sui media (n. 2693-d).

I voti sono stati raccolti con difficoltà: solo 233 deputati erano favorevoli, ha affermato il deputato del popolo Yaroslav Zheleznyak. Anche i Servi del Popolo hanno dato solo 179 voti.

Ricordiamo che giornalisti e attivisti per i diritti umani si sono fortemente opposti a questo disegno di legge. Anche le organizzazioni internazionali lo hanno criticato, affermando che potrebbe peggiorare drasticamente la situazione con la libertà di parola in Ucraina.

Amplia notevolmente i poteri del Consiglio nazionale per le trasmissioni televisive e radiofoniche. Il documento sancisce il diritto del Consiglio nazionale di sospendere il lavoro dei media (compresi i media online) senza una decisione del tribunale.

“Strana” ha parlato in dettaglio di questo disegno di legge sui media. In Europa è stato definito “degno dei peggiori regimi autoritari”.

Rispetto alle opzioni precedenti, è stato ampliato il divieto di diffusione di informazioni contenenti propaganda dell’aggressione armata della Federazione Russa contro l’Ucraina. I media che hanno cittadini o residenti in Russia nella loro struttura di proprietà saranno completamente banditi.

Inoltre, la nuova edizione ha introdotto il divieto di affermazioni discriminatorie sulla base dell’orientamento sessuale.

E il momento clou per i media è la concessione al Consiglio nazionale (nella situazione attuale, un organismo di regolamentazione completamente controllato dalle autorità) di bloccare i media senza processo, anche revocando le licenze ai canali televisivi.