+38 (068) 670 09-60

  • Українська
  • English
  • Deutsch
  • Italiano

Organizzazione sociale
"Comitato Anticorruzione Centrale"

Dopo la sentenza Markivu Yarosh ha esortato a sequestrare i cittadini italiani in Ucraina

L’ex leader del “settore giusto”, Dmitry Yarosh (ora è il numero tre nelle elezioni nella lista del partito per la libertà), ha invitato a prendere gli italiani che vengono in Ucraina.

Ha pubblicato il post corrispondente su Facebook.

Con una proposta di “impacchettare” i cittadini italiani, il nazionalista ha risposto alla decisione del tribunale italiano di condannare a 24 anni di reclusione l’atoshnik Vitaly Markiv.

“Mi rivolgo alle forze dell’ordine ucraine e agli imprenditori patriottici. In connessione con la decisione del tribunale “indipendente” italiano nel cosiddetto “caso Vitaliy Markiv”, propongo di condurre un’operazione speciale. “Impacchettiamo” una dozzina di italiani che vengono da noi di tanto in tanto. sono accusati di partecipare a gruppi armati illegali del DPR / LPR e di aver ucciso pacifici cittadini ucraini nel periodo 2014-2019 e saranno giudicati a lungo. E poi la nostra corte “più obiettiva” darà loro l’ergastolo “, ha scritto Yarosh.

Il radicale ha proposto lo stesso schema da applicare ai cittadini russi.

Inoltre, Yarosh ha parlato della corruzione dei tribunali italiano e ucraino.

“… I nostri tribunali ucraini sono altrettanto corrotti di quelli italiani. E senza ingenti iniezioni finanziarie,” non funzionano in questo modo. “Ecco perché è necessaria la partecipazione di quei patrioti che hanno soldi”, ha spiegato il nazionalista alla scelta dei destinatari del suo appello.

Quindi Yarosh ha osservato che i diplomatici ucraini nel caso Markiv devono agire in modo più deciso.

“Ma seriamente, la diplomazia ucraina deve agire in modo più deciso, sia sul fronte orientale che su quello occidentale”, ha detto il radicale.

Informazioni tratte da: https://strana.ua/news/211191-jarosh-prizval-predprinimatelej-pakovat-i-sudit-italjantsev.html