+38 (068) 670 09-60

  • Українська
  • English
  • Deutsch
  • Italiano

Organizzazione sociale
"Comitato Anticorruzione Centrale"

SBU obbliga le persone a scambiare con LDNR – difensori dei diritti umani

L’11 giugno, il Gruppo per i diritti umani di Kharkiv ha presentato un rapporto intitolato “Sparizioni forzate in Ucraina e disperse durante il conflitto militare nell’est del paese nel 2014-2018”.

Secondo il rapporto, il servizio di sicurezza dell’Ucraina ricorre alla ritenzione forzata di persone per lo scambio con “DNR” e “LNR”.

Lo ha annunciato il direttore dell’organizzazione Evgeny Zakharov, mentre consegnava un rapporto al centro mediatico ucraino.

“Loro (SBU – Prim.red.) Sono alla ricerca di persone coinvolte nella commissione dei crimini che sono sotto inchiesta dalla SBU, iniziano a lavorare con loro, offrendo loro uno scambio”. Di solito le persone non hanno una via d’uscita, sono d’accordo. “Sono tenuti in un luogo sconosciuto senza alcuna assistenza, nessuna connessione con il mondo esterno”, ha detto.

Il contenuto delle persone continua fino al loro scambio. Secondo l’attivista per i diritti umani, questi casi sono la classica sparizione forzata.

“Sfortunatamente, il Servizio di sicurezza si sente assolutamente impunito in questo senso”, ha detto Zakharov.

Ha sottolineato che l’organismo responsabile per la sicurezza dello stato sta commettendo atti che si qualificano come reati secondo il diritto internazionale.

L’attivista per i diritti umani ha aggiunto che queste azioni sono “sufficientemente massicce e sistematiche”.

 

Le informazioni sono tratte da: https://strana.ua/news/145960-pravozashchitniki-iz-kharkova-zajavili-chto-sbu-nasilstvenno-uderzhivaet-ljudej-dlja-obmena.html